La truffa del decennio

Io farò il capo politico e prenderò delle decisioni perché alla fine qualcuno deve prendere delle decisioni. Prima le prendeva Gianroberto Casaleggio e le prendevamo insieme, era diverso. Adesso sono da solo.

Di tutta “Italia 5 Stelle”, la kermesse di Palermo, questo è l’unico punto degno d’interesse.

Detta facile “cari grillini, per anni v’abbiamo preso per i fondelli”.

Sì, per anni v’hanno detto “uno vale uno”, “la Rete”, “la base” e via dicendo… e invece le decisioni le hanno sempre prese in due, e probabilmente ora che non c’è Gianroberto le decisioni Grillo le prenderà con Davide. Due.

Rivediamolo insieme: due tizi, uno un comico annoiato, ricco e con un certo seguito e l’altro un esperto di marketing che ha una società di pubblicità e promozioni si mettono insieme e fondano un partito, prendono loro tutte le decisioni (ed i bilanci e movimenti di soldi restano per lo più oscuri, ma di questo ne parleremo un’altra volta) e mentono ai loro stessi elettori dicendogli che invece è tutto fatto democraticamente, parlando di Rousseau, di democrazia diretta, di ragazzi meravigliosi, di direttorio, di patafisica e di tecnobabble.

E’azzardato dire che probabilmente il Movimento 5 Stelle è solo un’operazione di marketing ?

Cosa c’è di vero se alla fine tutto è stato deciso, concordato e fatto da due individui, due individui spregiudicati che per anni hanno mentito ai loro stessi elettori e sostenitori dicendo che c’era la democrazia diretta, la base, la piattaforma per votare e fare le leggi mentre, guarda un po’, le scelte “le prendevamo insieme”: Grillo e Casaleggio.

Davvero qualcuno può ancora realmente credere che il Movimento 5 Stelle sia interessato a quello che proclama (qualsiasi cosa sia) e non semplicemente all’autopromozione ?

Voglio dire, hanno mentito su tutto a tutti, vuoi che siano sinceri sul fine ultimo di quest’opacissima operazione ?

Pensateci, magari me lo fate sapere.