Il Barile (racconto di Fantascienza)


“Basta così. è inutile, staccate i misuratori!” disse l’uomo che indossava la preziosa mascherina di Scottex, il tessuto sintetizzato dai laboratori spaziali a zero € in orbita intorno alla Terra. Si diceva che fosse in grado di fermare qualunque agente patogeno (tranne quelli che provocano l’alitosi, come si poteva constatare standogli vicino).

La folta barba rossiccia gli spuntava ai lati della mascherina, facendolo somigliare a un criceto incerottato; è per questo forse, che i due tecnici in tuta bianca ed elmetto che stavano presenziando al collaudo dell’impianto lo avevano accolto con una certa ilarità.

“Non va bene, non va bene…” disse il Sovrintendente scuotendo la testa. “voi sapete bene quanto siano piccoli e bastardi gli invasori alieni venuti dal pianeta rosso. Le vostre porte stagne non basteranno a fermarli, le apparecchiature medicali sono ok, ma ci vogliono i controlli di portata sul sistema di ventilazione… non c’è abbastanza potenza in questi motori!”

“Sovrintendente, lo sappiamo” rispose Paul 45, il più giovane dei tecnici, posando gli strumenti sul tavolo da lavoro. “questo reparto era stato progettato per un altra funzione, completamente diversa. Farne un reparto di contenimento anti-Crown in pochi giorni era impossibile, lo sapevate dall’inizio che non c’era il tempo per fare le modifiche richieste. O ci date più tempo, o ve lo prendete così”

“E questo è il meno…” disse Amadiro 53, il tecnico più anziano. Si era tenuto un po in disparte, con le spalle appoggiate al collettore principale della sala macchine, il viso parzialmente nascosto dietro il pannello di controllo. Fece un pausa ad effetto, per essere sicuro di aver richiamato a l’attenzione, e non appena il Sovrintendente diede segno di voler riaprire bocca lo zittì proseguendo: “… c’è da considerare la questioni dei Filtri anti-Crown di espulsione”

“quali filtri anti-Crawn di espulsione?” Paul sembrava sinceramente sorpreso. “non ne abbiamo!”

“Appunto” rispose Amadiro 53. Non ci sono filtri di espulsione, e il Sovrintendete lo sa. E’ stato lui a bocciare il nostro preventivo per acquistarli e montarli. E con i filtri montati, sarebbero serviti motori di ventilazione ancora più potenti. Avevo inviato una richiesta anche per quelli: bocciata”

“Non erano necessari!” la voce del Sovrintendente era stizzita. “Costavano troppo, non c’era budget, e poi i canali di espulsione portano in aperta campagna, i Crown sarebbero finiti nella cacca delle cyborvacche”

“Si, e nei pomoni dei piloti dell’eliastronave il cui hangar è proprio qui fuori. Sovrintendente, o ci firmate una liberatoria assumendovi tutte le responsabilità, oppure spegniamo tutto e ce ne andiamo”

“Non potete farlo!”

“Oh si che possiamo! Firmi quella liberatoria o sarò costretto a disattivare l’impianto!” mentre parlava le dita di Amadiro 53 stavano digitando la password di amministratore sul pannello di controllo.

“Ve bene, maledizione, va bene… firmerò. Firmerò che è stato eseguito un collaudo di un impianto per reparto di terapia standard”

Le mascherine coprivano i loro volti, ma gli occhi strabuzzati esprimevano perfettamente lo stupore dei due tecnici. “Come sarebbe?” esclamò Paul 45. “E il reparto di contenimento anti-Crown che fine fa?”

“Consegneremo un reparto normale come da progetto. Poi se la Direzione Sanitaria Galattica si troverà a corto di spazio e deciderà di utilizzarlo per il contenimento dei Crown, saranno loro ad assumersi questa responsabilità, non io”

“Ah, capisco, volete fare il gioco dello scarica-barile. Complimenti Sovrintendente, lei è un vero genio”

“che gioco? che cosa è un barile?”

“Non lo so…è solo un modo di dire, lo diceva sempre mio nonno, ai tempi della Rivolta dei Cassintegrati. Il barile credo che sia un antico recipiente in uso nel XX secolo, qualcuno dice servisse a riempirlo di liquidi organici da bruciare nei motori a combustione interna, prima che fossero vietati dall’imperatirice galattica Greta I”

I commenti sono chiusi.