Capretta Amaltea

Risposte al Forum Create

Stai vedendo 20 articoli - dal 1 a 20 (di 39 totali)
  • Autore
    Articoli
  • in risposta a: Fatti non foste a viver come tarli #14728
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Non lo so esattamente, ma con tutta probabilità le ragioni sono evolutive. L’RNA ha preceduto il DNA come materiale genetico nell’evoluzione delle prime cellule; addirittura si pensa che abbia anche preceduto le proteine, dato che l’RNA è capace di limitate funzioni enzimatiche avendo, come le proteine, un folding tridimensionale ben definito. Il DNA è venuto dopo, e nell’evoluzione del DNA la timina si è sostituita all’uracile appunto per evitare confusione con la U derivante da deaminazione della C. Credo che tuttora la T venga sintetizzata nelle cellule per metilazione della U:

    in risposta a: Fatti non foste a viver come tarli #14726
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Grazie, in effetti la tua osservazione sui recettori di gusto è giustissima, non ci avevo pensato!
    Perché nel DNA c’è la timina e non l’uracile è una delle piccole grandi meraviglie della biologia molecolare. È vero che la timina è 5-metil-uracile e che ha le stesse capacità di formare legami idrogeno. Ma l’uracile si forma anche facilmente per deaminazione spontanea della citosina. La C fa legame idrogeno con la G, se alla C sostituisci la U questa farà legame con A e avrai una mutazione di coppia di Basi al round di replicazione successivo. Le cellule hanno dei sistemi enzimatici di sorveglianza dell’integrità del DNA, fra i quali c’è anche quello che identifica le U e le rimuove sostituendole con le T.

    in risposta a: Fatti non foste a viver come tarli #14723
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Grazie! Questo mi chiarisce le idee circa l’uso di enantiomeri sempre dello stesso tipo nei sistemi biologici: la mia idea era che semplicemente dipendesse dalla scelta iniziale che era casuale, ma una volta fatta non poteva essere modificata. Invece a quanto pare viene semplicemente scelto l’isomero prevalente…
    Per quanto riguarda gli aminoacidi, una cosa che avevo letto da qualche parte è che gli aminoacidi tutti L delle proteine racemizzano spontaneamente una volta che l’organismo muore, e che il tasso di racemizzazione permette di stimare il tempo trascorso dalla morte. È vero o mi ricordo male io?
    Poi per l’RNA quello che dici sul legame con l’aminoacido vale solo per un particolare RNA, l’RNA transfer che decifra il codice genetico. Però il legame dell’aminoacido avviene sull’ultimo ribosio al 3′ della molecola, per cui sono liberi entrambi gli OH, 3′ e 2′. L’OH in 2′ viene talvolta usato per creare ramificazioni, come durante il processo di rimozione degli introni dai geni.
    Infine: gli enantiomeri “sbagliati” del glucosio, non digeribili dalle nostre cellule, sono dolci? In tal caso potrebbero essere usati come dolcificanti 0 calorie.
    Alla prossima, ciao :))

    in risposta a: Fatti non foste a viver come tarli #14713
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Ciao Bee, avrei tante domande, intanto alcune:
    Quanto sono rari in natura gli altri isomeri del glucosio, e c’è un perché?
    La legge dell’isomero più abbondante vale anche per i pentosi tipo il ribosio?
    E gli aminoacidi? In questo caso gli enantiomeri L sono quelli usati per fare le proteine. Gli isomeri D quanto sono frequenti in natura?
    Grazie!

    in risposta a: Peccato…. #14700
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Certo che sono d’accordo a scrivere a Pallacorda per bannare gli incivili. Per me puoi procedere.

    in risposta a: Peccato…. #14685
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Cara Ipazia, mi piacerebbe leggere il tuo libro. Puoi darmi gli estremi? Grazie, un abbraccio.

    in risposta a: Peccato…. #14681
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Cara Ipazia, sono, anzi siamo, molto dispiaciuti di questa tua decisione. Che dirti? Non posso che ripetere che, a fronte di due o tre disturbatori, siamo in maggioranza assoluta a volere che tu resti. La moderazione, in Stalla, è quasi inesistente, prendiamone atto. Io ho risolto, o quasi, con la funzione blocca utente, che mi sembra una buona soluzione. Capisco il tuo risentimento e il tuo fastidio, ma sei davvero sicura di voler abbandonare uno spazio dove ti stima e ti si vuole bene?

    in risposta a: Macchiette e verità #12538
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Ho letto tutti gli articoli in evidenza nel link postato.
    Non c’è una sola idea innovativa, proposta politica, agenda di interventi, nulla di nulla.
    Solo aggettivi, aggettivi, aggettivi e lagnanze.
    Alla faccia della “narrazione”.

    in risposta a: Saluti a tutti #12395
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    C’era qualche parolaccia nel tuo commento? C’è un filtro che blocca i commenti in quel caso.

    in risposta a: Dialettica dei sessi (per Antonella Baroni) #12380
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Non mi preoccupo di alcun “intruppamento”, carissima, la mia sola preoccupazione è fare un articolo che sia godibile dal popolo della stalla. Per il mio scritto, come già ti ho detto, puoi farne ciò che vuoi.

    in risposta a: Dialettica dei sessi (per Antonella Baroni) #12376
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Molto interessante, direi. Ma postalo qui quando sei pronta, secondo me serve un po’ di lavoro preliminare per amalgamare il tutto in un articolo solo.

    in risposta a: Dialettica dei sessi (per Antonella Baroni) #12372
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Era una bella idea, ma temo poco fruibile per chi legge. Magari posta qui anche il tuo è riflettiamo un poco se è possibile una sintesi.

    in risposta a: Dialettica dei sessi (per Antonella Baroni) #12369
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    A me non sembra superficiale, dà interessanti spunti di discussione. Comunque inizi Antonella, poi vediamo.

    in risposta a: Dialettica dei sessi (per Antonella Baroni) #12367
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Allora posta tu appena sei pronta.

    in risposta a: Dialettica dei sessi (per Antonella Baroni) #12364
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Io direi questo. Facciamo una serie di post “8 marzo” e postiamo in serie i nostri contributi ogni paio di giorni, salvo inserimenti di altri utenti. Comincia Antonella col suo inquadramento culturale, poi io e infine Lana. Vi va?

    in risposta a: Dialettica dei sessi (per Antonella Baroni) #12361
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Forse è una buona idea, dato che ho paura che l’articolo a più mani potrebbe risultare un pippone di lunghezza interminabile. Antonella che ne pensa?

    in risposta a: Dialettica dei sessi (per Antonella Baroni) #12357
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Ma certo, posta tu col tuo filo conduttore culturale e storico, che è quello giusto. Il mio pezzo lo puoi adattare come vuoi.

    Capretta Amaltea
    Partecipante

    I “fatti” che virilmente e con sprezzo del pericolo riporti qui sono già di dominio pubblico. Il comitato dei garanti ha fatto il suo lavoro, ha preso delle decisioni: non ti stanno bene? pazienza. Bisognava annullare solo i voti di Paita, dato che i fatti anomali erano sicuramente, nella tua narrazione, stati organizzati dai suoi sostenitori? Opinione che i garanti non hanno condiviso. Renzi non ha voluto annullare le primarie? Ha fatto bene, sarebbe stato un distastro per il partito. E il tuo livello di faziosità e malafede è allo stesso livello di sempre: nauseabondo.

    in risposta a: Di nuovo, pensavo… #11409
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Sconvolta da tanta filippica ho controllato gli ultimi post con titoli visibili, che sono 15. Di questi, in effetti 6 sono del Conte, argomento i grilli. Gli altri sono di altri autori, e toccano gli argomenti più diversi, dal multilevel marketing alla storia dell’Unione sovietica. Da questi post (e da vari altri in passato) ho imparato cose che non sapevo, da persone intelligenti e competenti che si sono prese la briga di sacrificare un po’ del loro tempo per spiegarle. Per quanto mi riguarda, l’unicità della Stalla come blog è tutta qui, ed è quanto di più anti-grillino ci sia.

    in risposta a: Creare mondi in economia #10924
    Capretta Amaltea
    Partecipante

    Eccomi… ti ringrazio per la precisazione, utilissima. Anche se i miei studenti in genere non ci pensano molto alla chiralità, nè alle molecole in generale. Loro fanno medicina, vorrebbero subito lo stetoscopio e il camice, gli riesce difficile accettare che bisogna ANCHE imparare delle cose sulle molecole per poter essere bravi medici. E purtroppo io invece faccio i test a risposta multipla, non ho molta scelta dati i numeri di discenti (passerei la maggior parte del mio tempo a fare esami), quindi le generazioni di pensanti cerco di educarle per quanto posso PRIMA degli esami. Certamente quest’anno, ispirata dal tuo scritto, insisterò di più sulla chiralità…

Stai vedendo 20 articoli - dal 1 a 20 (di 39 totali)