Un puzzle

(L’articolo è di Ipazia)

Un puzzle è composto di tante tessere che viste singolarmente non dicono quasi niente, se non qualche indizio rispetto a quella che sarà l’immagine intera, una volta ultimata.

Le tessere del mosaico di cui si compone il MoVimento fondato da Grillo & Casaleggio credo che ormai siano state sistemate tutte. Ora, per chi vuole vedere l’immagine intera non è difficile riconoscere una Setta di invasati, un branco di lupi pronti ad azzannare al polpaccio chiunque non segua in maniera totalmente acritica i dettami del pluripregiudicato genovese che si reca a Roma a radunare il gregge e dare le direttive, imporre il silenzio, le norme di comportamento, passare in rassegna le truppe come un generale pazzo.

Beppe Grillo e Casaleggio, ma soprattutto il primo che ha sfruttato la sua notorietà per dipingere questo quadro surreale ha creato un mostro con milioni di teste del quale non ha il controllo e che ha mille volti. Ha il volto dell’intolleranza e della violenza, per ora verbale, ha il volto dell’intimidazione, della web stalking. Il Movimento 5 stelle minaccia e intimidisce la stampa, i personaggi pubblici, i politici non stellati. Come tutte le Sette parte dal presupposto che tutta la ragione sia dalla parte dei fedeli e tutto il torto dalla parte di chi non lo è. L’ultima in ordine di tempo è il boicottaggio dei prodotti la cui pubblicità è comparsa in una trasmissione a loro non gradita. L’odio contro Benigni che osa dichiarare che voterà ‘Si’ al referendum, personaggi pubblici come Fiorello che non osano schierarsi per paura di rappresaglie, veleno a quintalate sulle pagine facebook degli interessati, una giornalista definita a più riprese ‘meretrice’ perchè non la pensa come loro. Tutto questo è preoccupante e l’aumento di consenso che continuano ad accumulare è il segnale che qualcosa è profondamente cambiato nella mentalità dell’italiano medio che ormai si abbevera dell’antipolitica, dell’antiscienza, dell’antirazionalità, contro i vaccini che causerebbero l’autismo, contro la medicina ufficiale. La mentalità del complottismo, del ‘ci nascondono la verità’.

Parlano di dittatura senza riflettere sul significato di questa parola, disprezzano tutto ciò che è cultura, lanciano allarmi contro pericoli inesistenti e troppe persone non si accorgono che il vero pericolo serio sono loro che non riconoscono quella che è la base della civile convivenza e della democrazia: Il Libero Pensiero.

“Sei ancora quello della pietra e della fionda, uomo del mio tempo” scriveva Quasimodo.

E’ un ritorno alla barbarie, ai roghi di piazza, alle lapidazioni.

Il quadro ormai è completo. Un’immensa idra con tante mostruose teste ognuna delle quali sfoga le proprie personali frustrazioni, i propri fallimenti seminando odio, ignoranza, becerismo, pressapochismo.

283d28d5582b171b9ed6f6902e48c7c1

 

Ed è doveroso reagire con molta determinazione per combattere questo disfacimento della civiltà che rappresenta un grave pericolo per la democrazia del nostro Paese.
^^^^

“Di solito sono le canaglie a guidare i fanatici e a mettere loro in mano il pugnale.”
– Voltaire –